Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

CampusLa UITS intende avviare un progetto sperimentale denominato “Accademia del tiro”.

Il progetto nasce con l’intento di aiutare i ragazzi nel percorso di crescita sportivo e scolastico nei delicati anni di formazione. Avere la possibilità di seguire gli atleti nel corso di tutta la settimana, monitorando sia il rendimento scolastico che quello sportivo, consentirà alla UITS di selezionare i migliori talenti e di porre per loro le basi di un futuro soddisfacente su tutti i fronti.

Il vantaggio sarà quello di creare una relazione di tipo funzionale fra sport e studio, che promuova una crescita agonistica unita ad un percorso scolastico flessibile ed adeguato alle necessità di un atleta a cui si insegnerà che il valore della persona va oltre la performance sportiva.

Questo importante progetto, che partirà ufficialmente nell’anno scolastico 2017-2018, sarà finalizzato a garantire la collaborazione tra scuola e sport, in coerenza con quanto previsto dalla Legge 107/2015, darà l’opportunità agli atleti juniores più meritevoli di frequentare i licei e istituti superiori senza dover mettere in secondo piano le attività sportive. In tale prima fase la sperimentazione avrà avvio nell’area di Bolzano, in quanto tale area dispone di impianti di tiro unici in Italia che al momento soddisfano i requisiti e gli standard richiesti dalla Federazione Internazionale di Tiro (ISSF).

Gli atleti saranno monitorati ed accompagnati nel loro percorso formativo. Insegnanti e Tecnici di Tiro Federali saranno in contatto sinergico per fornire ai ragazzi l’aiuto più adeguato a livello individuale, con la supervisione del Direttore Sportivo della squadra juniores. In questa prima fase sperimentale saranno coinvolti esclusivamente gli atleti della specialità di carabina. Nei prossimi anni, qualora tale sperimentazione abbia esito positivo, il progetto sarà replicato anche in altre regioni ed esteso anche ai tiratori di pistola.

A chi è rivolto:

-          Ad un massimo di 5 giovani di interesse nazionale con un età compresa tra i 14 e i 19 anni. Coloro che già frequentano un istituto superiore potranno comunque decidere di trasferirsi anche a percorso scolastico iniziato presso un liceo o istituto superiore, purché situato nella zona di Bolzano.

Chi coinvolgerà:

-          Scuole pubbliche e private

-          Foresterie

-          Il poligono di Appiano San Michele ed il Centro Tecnico Federale di Caldaro

Benefits per gli atleti:

-          Prima quota “borsa di studio” (bonus di ingresso per un importo massimo di 3.000 euro per ciascun atleta): per le spese di vitto e alloggio degli atleti che alloggeranno in foresteria (contributo parziale foresteria)

-          Seconda quota “borsa di studio” (fino ad un importo massimo di 3.000 euro per ciascun atleta): riconosciuta, previa valutazione di un’apposita Commissione UITS, in base al rendimento scolastico, al rendimento sportivo ed al reddito del nucleo familiare di ciascun ragazzo;

-          Spostamenti poligono – foresteria andata e ritorno

-          Tecnici di Tiro Federali per allenamenti

-          Location per allenamenti

 

Il progetto partirà esclusivamente se sarà raggiunto il numero minimo di iscritti.

Nei prossimi giorni le famiglie interessate potranno contattare la Sig.ra Tania Spicola allo 06.87975504 per avere maggiori informazioni ed aderire al progetto.