Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’Unione Italiana Tiro a Segno, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
SPORTIVA

#miriamoaunsogno: Federico Nilo Maldini

L'anno agonistico 2019/2020 lo ha visto protagonista in numerose competizioni nazonali ed internazionali: Federico Nilo Maldini (Bologna) - classe 2001, un bronzo agli ultimi Campionati Europei di Wroclaw nella pistola 10 metri juniores uomini ed un argento agli Europei di Bologna nella mixed team in coppia con Margherita Veccaro nella standard - ha voluto raccontare come ha trascorso l'ultimo periodo.

IMG 5304"Ho cercato di allenarmi il più possibile prima che venissero chiusi poligoni e palestre, successivamente ho lavorato molto facendo scatti a secco contro il muro seguendo i ritmi settimanali che avevo precedentemente. Anche con l’attività fisica ho trovato una misura, un modo per allenarmi". Per Federico, come per i suoi compagni, Il ritorno sulle linee di tiro dopo i mesi di lockdown non è stato semplicissimo:"un mix tra gioia e dolore. Felicità di tornare in poligono ma allo stesso tempo è stato un po’ stressante. Ho dovuto lavorare su me stesso per riabituarmi al poligono, sia come ambiente che come spazi".

Podio MaldiniCon i compagni di squadra condivide esperienze e obiettivi sportivi e nel periodo di pausa forzata è riuscito grazie alla tecnologia a mantenere con tutti un buon rapporto grazie alle videochiamate. Nel frattempo lo sguardo è al futuro ed alle prossime competizioni:"mi preparerò per affrontare al meglio gli Europei 2021, i Campionati Italiani e Monaco, sperando che la situazione non peggiori ma che vada sempre migliorando per tornare il prima possibile  "alla normalità".