Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’Unione Italiana Tiro a Segno, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
SPORTIVA

Europei Bologna: la cerimonia d'apertura

Si è svolta ieri sera presso il poligono del Tiro a Segno Nazionale della Sezione di Bologna la cerimonia d'apertura che ha dato ufficialmente il via all'edizione 2019 dei Campionati Europei a fuoco di Bologna e Tolmezzo. L'evento è stato presentato dal Daniele Coscarella che è stato affiancata sul palco da Elisabetta Bozzano. Consigliere MazzantiA dare il benvenuto in rappresentanza del Sindaco era presente il Consigliere del Comune di Bologna Claudio Mazzanti:"la città di Bologna è fiera di poter ospitare questo evento. Conosco bene il poligono che già negli anni passati ha fatto da cornice a manifestazioni sportive molto importanti sia a livello nazionale che internazionale, come gli Europei del '91 e del 2012. Nei prossimi giorni gareggerete in uno degli impianti più efficenti che abbiamo nel nostro paese. Auguro a tutti voi di divertirvi e di raggiungere i risultati che vi siete prefissati".

Di DOnna Sul palco è salito poi il Presidente del Comitato Organizzatore dei Campionati Europei 2019 Roberto Di Donna:"Come atleta conosco bene le emozioni che si provano sulle linee di tiro, i sacrifici, le aspettative e l’ansia, quella che toglie il respiro e che fa battere forte il cuore. Ora sono un tecnico che vive quotidianamente le difficoltà di ognuno di voi, i limiti che avete incontrato e superato. Il mio consiglio è quello di viverli come stimolo per crescere senza perdere la passione e la motivazione che vi alimenta. E aldilà delle medaglie che potrete conquistare, ricordate che la vostra vittoria più importante sarà proprio il percorso dentro di voi che un giorno ricorderete, costellato di persone, di sorrisi, di pianti, di fierezza. Ringrazio il Segretario Generale dell’Unione italiana Tiro a Segno Walter De Giusti, il dott. Bovis, il personale UITS e tutti gli amici del TSN Bologna per il lavoro svolto. Come Tecnico vi ringrazio e vi confesso che non vedo l’ora di tornare dai miei ragazzi per affrontare insieme questa importante sfida".

Soro PalcoE' stata poi la volta di Francesco Soro, Commissario Straordinario dell'Unione Italiana Tiro a Segno, che ha voluto fare un augurio a tutti gli atleti presenti:"ringrazio tutti voi per essere qui oggi. Sono orgoglioso che il nostro paese abbia potuto organizzare un evento così importante. E' una grande opportunità per l'Italia e per Bologna, un occasione per poter far crescere sempre di più l'Italia e soprattutto lo sport del tiro a segno. Insieme alla ESC (European Shooting Confederation) e alla ISSF (International Shooting Sport Federation) possiamo lavorare per poter diffondere questo bellissimo sport, per farlo crescere in un ottica positiva e nuova in modo che non sia più visto solo come uno sport di nicchia. Ci tengo particolarmente a ringraziare il Segretario Generale UITS Walter De Giusti ed il Segretario Generale ISSF Alexander Ratner, Roberto Di Donna e tutte le persone che hanno lavorato insieme in questi mesi per realizzare questo evento. In bocca al lupo a tutti voi!".

Soro Walter

Ratner Sul palco è salito poi il Segretario Generale della ESC Alexander Ratner:"ringrazio tutti voi, il Comitato Organizzatore che ha svolto un lavoro meraviglioso per il successo di questi Campionati Europei e la città di Bologna che ha potuto ospitare questo evento. Stiamo introducendo alcune novità: in questi Campionati per la prima volta abbiamo dato la possibilità ad Eurosport di trasmettere le finali delle specialità olimpiche in modo che tutti possano seguire le competizioni e fare il tifo per gli atleti. Lo sport del Tiro a Segno sta cambiando, stiamo lavorando affinchè tutti i paesi, anche i più piccoli, abbiano modo di conoscere il nostro sport così da poter dare a tutti gli atleti l'opportunità di crescere e di arrivare a raggiungere risultati importanti fino a competere ai Giochi Olimpici del 2020". Dopo il giuramento dell' atleta e del giudice - Alexandros Chatziplis e Maurizio Calzolari - Ratner ha dato ufficialmente il via alle competizioni. 

Calzolari Chatziiplis