Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’Unione Italiana Tiro a Segno, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
SPORTIVA

A Bologna il raduno dei giovanissimi di pistola

Domenica 13 maggio 2018, presso il Tiro a Segno di Bologna si è concluso il raduno di preparazione junior riservato agli atleti di pistola: presenti Giulia Campostrini (Verona), Brunella Aria (Torino), Maria Varricchio (Benevento), Margherita Veccaro (Treviglio), Gabriele Lambroglia (Tivoli), Federico Maldini (Bologna), Andrea Morassut (Pordenone) e Vito Traetta (Altamura).

I ragazzi si sono allenati sotto la sapiente guida di Sabine Marta, Paolo Ranno e Luigi Moffa, i tecnici federali di pistola che li stanno preparando per le prossime due importanti competizioni: le prove di qualificazione per la European Youth League 2018, che si terranno a Innsbruck (Austria) dall’8 al 10 giugno e la Coppa del Mondo Junior, che si svolgerà a Suhl dal 22 al 29 giugno.

Gli azzurrini stanno lavorando sodo e con buoni risultati per perfezionare la tecnica che, tuttavia, non è il solo aspetto che viene curato durante questi raduni. Uno dei compiti più delicati ed importanti è, infatti, quello di fornire ai giovanissimi atleti un supporto morale e di preparazione psicologica, riuscire a motivarli e ad insegnare loro a mantenere la calma e la lucidità in condizioni di stress. Ecco allora che le pareti della palestra dell’aria compressa sono state piacevolmente inondate da frasi che loro hanno scelto, colorato ed appeso e che testimoniano la voglia di fare, l’entusiasmo e la determinazione di questi ragazzi. Si tratta, del resto, di atleti che, nonostante la giovane età, hanno già dato prova di saper gestire la tensione anche nelle competizioni internazionali, mettendosi in luce e conseguendo titoli.

Raduno junior 4