Informativa sulla privacy

La presente informativa è resa ai sensi dell'art. 13 del Regolamento UE n.2016/279 (GDPR)  sul trattamento dei dati personali degli utenti che consultano e interagiscono con il sito web dell’Unione Italiana Tiro a Segno, e i relativi servizi (es. navigazione informativa nelle pagine del sito, richieste di informazioni tramite mail o da altri recapiti forniti, compilazioni di moduli, richieste di accesso ad aree riservate, ecc.). Si prega di prendere visione dell’informativa e accettarne le condizioni.

 Visualizza la Privacy Policy Approvo
News

#miriamoaunsogno: Pamela Novaglio

Fra le tiratrici della nazionale italiana para si è distinta per le sue doti di precisione, determinazione e concentrazione: ha conquistato la slot per Tokyo 2021 e vanta nel suo palmarès il titolo mondiale vinto insieme ad Andrea Liverani nella carabina mista. Pamela Novaglio  (Gardone Val Trompia) sta per affrontare la sua quarta Paralimpiade (3 invernali come atleta di biathlon ed una, Rio 2016, come atleta di tiro a segno) che potrebbe rivelarsi un'ottima occasione per confermare ancora una volta le sue capacità. Quella di Tokyo "sarà un'edizione magica" - spiega Pamela -  "tutta tradizione e tecnologia, mi immagino una paralimpiade irripetibile e che mi stupirà sotto molti punti di vista. Credo che questo rinvio sia stato un atto dovuto, il prossimo anno dovrà essere una festa collettiva e dovremo poter dire “la pandemia è finita in tutto il mondo”. Nel frattempo gli allenamenti proseguono:"abbiamo un piano di allenamento fitto sia con il personal trainer che con gli allenatori di tiro. Speriamo di poter iniziare presto con gli spostamenti e gli allenamenti collegiali. Cercherò di mantenere i livelli di eccellenza raggiunti, non sarà facile e dovremo studiare nuove strategie per mantenere più a lungo la concentrazione senza consumare tutte le energie".

Novaglio 8Nessun gesto scaramantico per affrontare la gara, per Pamela infatti - "sarà molto importante studiare la giusta routine di approccio alla gara e le procedure che mi permetteranno di restare rilassata e concentrata". In questo anno e fino alla vigilia delle prossime Paralimpiadi l'obiettivo della Novaglio sarà quello di cercare di mantenere alte le prestazioni:" è un'aspetto che mi preoccupa, soprattutto perchè non è mai successo di dover dilazionare così nel tempo la preparazione. È una nuova sfida, vedremo cosa escogitare per arrivarci al massimo. Di certo sarà fondamentale arrivare prepararti e fare squadra, possibilmente senza l’ansia da contagio. Il Covid - 19 ci ha costretto a ridisegnare tutte le aspettative, spero di potermi preparare al meglio. Il tiro per me è divertimento puro" - ha spiegato Pamela - "siamo io e il bersaglio. Avvicinarsi a questo sport vuol dire imparare a conoscersi, fisicamente e mentalmente. E sulle linee di tiro nascono grandi amicizie. Credo che questo possa essere  molto stimolante per ogni giovane".

Novaglio Mondiali